Acquista

Il tartufo fresco di Angelo domani a casa!

Schermata-2016-07-07-alle-18.11.23

Molise terra di tartufi

Non esiste una borsa oppure un organismo che permetta di censire in modo certo quali sono i quantitativi di tartufi  cavati in Italia.

Le zone nelle quali sono presenti  sono tutte quelle appenniniche, il Piemonte e in piccole quantità, anche in altre regioni.
Il Molise è certamente una delle regioni d’Italia nelle quali vengono trovate quantità rilevanti: qualcuno ipotizza anche il 40% del tartufo nazionale.
L’Umbria e le Marche sono bacini altrettanto importanti.
Da qualche tempo, per il tartufo nero pregiato e quello estivo (lo scorzone), si riesce a favorirne la crescita in terreni circoscritti, con la micorrizzazione delle piante, impiantando cioè alberi ai quali è stata impiantata la micorriza alle radici.
Infatti il tartufo è un fungo ipogeo, vale a dire  vive sotto terra, attaccato alle radici degli alberi con i quali vive in simbiosi in uno scambio mutualistico.

Da una pianta micorrizzata non solo nascono tartufi nel terreno sottostante, ma il fungo può allargarsi anche alle radici delle piante vicine che diventeranno a loro volta tartufigene.

Nella maggior parte dei casi – e sempre per il tartufo bianco pregiato – la ricerca resta legata all’esperienza ed a un po’ di fortuna: dipende tutto dal clima, se è troppo secco e asciutto ce ne sarà poco e di cattiva qualità – spiega Angelo – Se invece piove e durante i mesi caldi ci sono i consueti acquazzoni estivi, allora va molto meglio!

Questo è il calendario della raccolta dei tartufi nell’anno in corso in Molise (legge regionale 27 maggio 2005 e successive modificazioni ed integrazioni)

  • Tartufo nero pregiato (T. Melanosporum Vitt.): dal  15 novembre al 15 marzo;
  • Tartufo bianco (T. magnatum Pico): dal 1° ottobre al 15  gennaio;
  • Tartufo d’estate o scorzone (T. Aestivum Vitt.): dal 10 maggio al 31 agosto;
  • Tartufo bianchetto o marzuolo (T. Borchi Vitt. o T. Albidum Pico): dal 15 gennaio al 31 marzo;
  •  Tartufo nero d’inverno o trifola nera (T. Brumale Vitt.): dal 1° gennaio al 15 marzo;
  • Tartufo moscato (T. Brumale Var. Moscatum De Ferry): dal 1° dicembre al 15 marzo;
  • Tartufo uncinato (T. Uncinatum chatin): dal 15 ottobre al 31 dicembre;
  • Tartufo nero liscio (T. Macrosporum Vitt.): dal 15 ottobre al 31 dicembre;
  • Tartufo nero ordinario (T. Mesentericum Vitt.): dal 15 ottobre al 31 gennaio.