Acquista

Il pecorino domani a casa!

La civiltà del formaggio

La famiglia Mariani, originaria dell’Abruzzo teramano, è da sempre dedita all’allevamento di bestiame come molte delle famiglie originarie o comunque legate ai territori del Molise e dell’Abruzzo.
La civiltà della transumanza, dell’andare e venire dalle montagne dell’Appennino alle pianure dell’alta Puglia, ha permeato ed influenzato in modo possente l’identità di queste famiglie.
Una parte della famiglia si è stabilita nell’alto Lazio, una parte è rimasta in Abruzzo, la famiglia di Maria invece, ha deciso di stanziarsi sulle colline e pianure fertili ed incontaminate del Molise.

Oggi resta poco o quasi nulla di visibile delle famose vie verdi dell’antichità, i Tratturi,  lungo le quali  le greggi venivano condotte per raggiungere nuovi pascoli.

Sono le autostrade verdi citate anche da Gabriele D’Annunzio nella sua celebre poesia I pastori

I Pastori

Settembre, andiamo. È tempo di migrare.
Ora in terra d’Abruzzi i miei pastori
lascian gli stazzi e vanno verso il mare:
scendono all’Adriatico selvaggio
che verde è come i pascoli dei monti.

Han bevuto profondamente ai fonti
alpestri, che sapor d’acqua natia
rimanga né cuori esuli a conforto,
che lungo illuda la lor sete in via.
Rinnovato hanno verga d’avellano.

E vanno pel tratturo antico al piano,
quasi per un erbal fiume silente,
su le vestigia degli antichi padri.
O voce di colui che primamente
conosce il tremolar della marina!

Ora lungh’esso il litoral cammina
La greggia. Senza mutamento è l’aria.
Il sole imbionda sì la viva lana
che quasi dalla sabbia non divaria.
Isciacquio, calpestio, dolci romori.

Ah perché non son io cò miei pastori?

Il Molise, unica regione oggi ad avere ancora la proprietà dei tracciati dei tratturi è anche la regione italiana con il maggior numero di chilometri di sentieri.
Vie larghe 111 passi napoletani, 100 metri circa,  che circondano  l’azienda di Maria  sia verso l’interno che verso il mare Adriatico.
I tratturi poi erano collegati tra loro attraverso vie più strette chiamate Tratturelli.

Oggi questi tracciati hanno perso la loro funzione ma restano la testimonianza di una civiltà, quella della transumanza appunto, che ha certamente contribuito a costruire ed a preservare l’enorme patrimonio di conoscenza, biodiversità, cultura che l’Italia può vantare.

L’azienda di Maria ne è un emblema e rappresenta assolutamente un patrimonio da preservare.

Terrevere.com qui c’è!