Torrone, una storia di famiglia

La storia della premiata ditta di Torroni e Liquori Piretti inizia nei primi anni dell’Ottocento quando Pietro, il capostipite della famiglia di origine torinese, apre una caffetteria ad Atessa (Chieti) in Abruzzo sullo stile dei caffè piemontesi dell’epoca. Negli anni successivi, l’attività si amplia con la produzione di pasticceria ed il marchio Piretti si diffonde grazie al successo commerciale del torrone e delle sue più varie declinazioni. È Federico, figlio di Pietro, che a partire dal 1835 confeziona e commercializza le prime produzioni della caffetteria. Nella metà dell’Ottocento, i prodotti Piretti vengono conosciuti in tutto il mondo e sull’onda delle esposizioni universali internazionali vengono premiati a Londra nel 1851, a Roma nel 1889, a Parigi nel 1900 e, infine, a Osaka nel 1903. Nel diploma, di cui oggi la ditta conserva solo la traduzione, si legge che: “riconosciuta l’utilità e la squisitezza dei prodotti esposti della ditta F. Piretti, (Italia) …ha ricevuto l’ordine dal Presidente S.A. il Principe Imperiale di conferire alla spettabile ditta Piretti il diploma di medaglia d’oro”.
Federico Piretti, nipote del primo, amplia la produzione espandendosi nell’allora crescente settore della liquoristica con la creazione del liquore alle erbe “Vallaspra”. Nei decenni la gestione dell’impresa segue il corso delle generazioni della famiglia Piretti: Federico, Ennio e l’attuale titolare cav. Emma Piretti. Dal 2011 la storica caffetteria in piazza Benedetti 1 al centro di Atessa è stato trasformato in spazio espositivo aziendale, nel quale è possibile ripercorrere tutti gli oltre due secoli di storia.